Questo sito fa parte di NotizieOra network

Sport

Uefa: Champions ed Europa League prorogate. Le ultime news sulla Serie A 2019-2020

Un comunicato ufficiale UEFA smentisce le affermazioni del Presidente sul limite oltre il quale non si può andare per concludere la Champions e l’Europa League. Gravina parla delle decisioni da prendere, inerenti la Serie A 2019/2020.

Uefa: Champions ed Europa League prorogate. Le ultime news sulla Serie A 2019-2020

Le parole del presidente della Uefa, Aleksander Ceferin che in un’intervista concessa alla ZDF aveva affermato che le Coppe Europee si sarebbero dovute concludere entro il 3 agosto 2020, sono state smentite o comunque rettificate dalla Uefa stessa. Ma cosa succederà, invece, per la stagione calcistica di Serie A 2019/2020?

Il comunicato ufficiale UEFA: si va oltre il 3 agosto 2020

Attraverso un breve comunicato, la UEFA ha corretto quanto detto in precedenza dal suo presidente. Le partite o quanto meno le competizioni riguardanti le Coppe Europee: Champions League ed Europa League saranno portate a termine anche se si dovesse andare oltre il 3 agosto 2020. Il messaggio della Uefa non lascia dubbi, non è dato sapere con qualche formula, se con una scorciatoia o meno, ma in ogni caso che sia agosto o settembre, avremo una squadra vincitrice della Champions League 2019/2020, così come dell’Europa League 2019/2020. Lo stesso vale per i campionati nazionali, sarà fatto in modo che ci sarà una squadra a vincere il titolo. Insomma, l’emergenza Coronavirus influenzerà le date delle partite ma non ne provocherà l’annullamento.

Il futuro della Serie A 2019/2020

Il Presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, sembra voler adottare la stessa linea della Uefa. Ecco le sue parole pronunciate in un’intervista concessa a Enrico Varriale, vice direttore di Rai Sport per la Domenica Sportiva che ne ha diffuso un’anticipazione. “L’unico modo serio di gestire un’emergenza seria di questo tipo è quello che dobbiamo comunque chiudere le competizioni della stagione 2019-2020 in questo anno. Stiamo lavorando su tutta una serie di ipotesi per gestire al meglio questa situazione. Una data ipotizzata per ripartire è quella del 17 maggio ma sappiamo, e lo sottolineo ancora una volta, che è una ipotesi”. 

Il Presidentre Gravina non ha lasciato dubbi, aggiungendo che a costo di giocare le partite del campionato di Serie A 2019/2020, nel mese di settembre e addirittura di ottobre, la stagione va chiusa. Ovviamente Gravina ha asserito che le decisioni saranno prese in base a ciò che dirà la comunità scientifica, in quanto la sicurezza e la salute di tutti sono qualcosa da cui non si può prescindere.

La questione stipendi Serie A 2019/2020

La questione che riguarda l’eventuale taglio degli ingaggi ai giocatori è ancora in alto mare. Ogni società dovrà presentare un proprio piano e cercare un accordo con i propri calciatori. L’Aic è disposta ad accettare solo il taglio degli stipendi relativi a marzo, le squadre vorrebbero partire da una base diversa sul modello della Premier League, il taglio del 30% degli ingaggi, questo è quanto riporta il Corriere dello Sport. L’intesa appare lontana.

 

Informazioni sull'autore

Scrivere è per me una mission che si pone l'obiettivo di informare e di incuriosire il lettore. Grazie all'impegno profuso e spinto da una passione smodata ne ho fatto la mia professione da un decennio. Predligo argomenti di sport, non solo calcio, così come di tv in generale. Mi diletto anche nel settorie lotterie e sono appassionato di astrologia, La mia competenza può essere giudicata solo dall'usufruitore dei miei contenuti.
    Articoli correlati
    Sport

    Bundesliga, sabato 16 maggio si riparte: ecco le nuove regole anti-Covid

    Sport

    Vettel lascia la Ferrari a fine 2020: è ufficiale

    Sport

    Andrea Rinaldi: non ce la fa e muore a soli 19 anni

    Sport

    Non molliamo, torneremo a far correre anche gli atleti con disabilità visiva