Questo sito fa parte di NotizieOra network

Sport

Premier League per il Covid-19, chiederà ai giocatori un taglio dello stipendio del 30%

La Premier League non inizierà i primi di maggio e chiederà ai suoi giocatori una riduzione dello stipendio del 30% per fronteggiare l’emergenza del Covid-19.

La Premier League

La Premier League chiederà ai giocatori di ottenere un taglio salariale del 30% per fronteggiare l’emergenza del Covid-19. I club della Premier League annunciano che “si stanno impegnando con 20 milioni di sterline per sostenere il SSN, le comunità, le famiglie e i gruppi vulnerabili durante la pandemia“. Inoltre, non riprenderà a inizio di maggio.

Premier League: una riduzione del 30% dello stipendio annuale dei giocatori

L’organo di governo ha preso una decisione molto difficile per fronteggiare l’emergenza Covid-19,  consulterà i giocatori in merito a una combinazione di riduzioni condizionali e differimenti pari al 30% della retribuzione annua totale.

Si legge in un comunicato che la Premier League insieme al Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport: “si sta impegnando subito con 20 milioni di sterline per sostenere il SSN, le comunità, le famiglie colpite dalla pandemia di COVID-19. Ciò include un contributo finanziario diretto al Servizio sanitario nazionale e fondi per consentire ai club di concentrare i propri sforzi e sviluppare programmi di sensibilizzazione significativi per aiutare le comunità, comprese le persone più bisognose“.

Questi finanziamenti hanno un obiettivo comune e consentirà un sostegno non solo nell’immediato ma anche a lungo termine durante la crisi. La nota precisa che la Premier League attraverso attività mirate ha supportato decine di migliaia di persone attraverso la consegna di pacchi alimentari, donazioni e servizi di educazione e benessere in forma gratuita.

Euro 2020 viene rinviato nel 2021 per emergenza Coronavirus

Informazioni sull'autore

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino e soprattutto condividere emozioni. "Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”
    Articoli correlati
    Sport

    Bundesliga, sabato 16 maggio si riparte: ecco le nuove regole anti-Covid

    Sport

    Vettel lascia la Ferrari a fine 2020: è ufficiale

    Sport

    Andrea Rinaldi: non ce la fa e muore a soli 19 anni

    Sport

    Non molliamo, torneremo a far correre anche gli atleti con disabilità visiva